La Crusca

C R U S C A    M I A

CRUSCA dalla macinatura a pietra di  Grano Tenero

Sacchetto da grammi 1000 per uso ALIMENTARE, Estetico e Detergente

 Azienda Agricola FATTORIA GERMOGLIO

oat bran  

La crusca è la buccia dei semi di cereali ed è considerata un ottimo ingrediente per la salute in generale.

I suoi usi sono molteplici: per uso alimentare si utilizza sia nella preparazione di biscottini (vedi ricetta in fondo) e torte, che come riequilibratore del transito intestinale (aggiungendola a yogurt, macedonie, zuppe…) e comunque, proprio per la necessità di ingerire fibre vegetali e cibi integrali, la troviamo nei pani di farine integrali che ci donano la completa gamma di nutrienti racchiusi nei cereali.

Altri usi sono consigliati di questo umile prodotto: il bagno di crusca per la salute della pelle; il detergente per la casa tutto fare.

 Un BAGNO di CRUSCA

Un bagno alla crusca con l’aggiunta di miele, panna o latte diventa un trattamento nutriente per la pelle secca, mentre per una pelle grassa e impura è consigliabile un bagno di crusca con siero di latte, che deterge la pelle e la asciuga leggermente.

I bagni con la crusca di grano o avena erano noti già nell’antichità: sono efficaci in caso di disturbi cutanei, come eruzioni pruriginose o psoriasi. Un bagno caldo con la crusca svolge un’azione tonificante e ricostituente su tutto l’organismo e aiuta a disintossicare e depurare i tessuti, contribuendo a migliorare l’aspetto della  pelle: dopo il bagno essa è più morbida e luminosa.

Come rendere ancor più efficace un bagno di crusca

La crusca per il nostro bagno può essere combinata con l’utilizzo di altre sostanze la cui azione è mirata altrettanto efficacemente a migliorare l’aspetto e la salute del corpo: tra queste troviamo diversi tipi di piante e fiori famosi per i loro effetti idratanti e tonificanti. Alcuni esempio sono:     rosa    camomilla     lavanda     arancio

Preparazione del bagno di crusca

La temperatura dell’acqua è un fattore di fondamentale importanza per il bagno di crusca, che dovrebbe aggirarsi attorno ai 35-40 gradi centigradi.

Bisogna prestare molta attenzione a questo punto, in quanto una temperatura troppo elevata può rivelarsi dannosa per il tessuto cutaneo, soprattutto in determinate condizioni di salute (es. diabete o gravidanza).

C’è da tenere conto anche del fatto che in questa maniera il corpo tenderà a sudare, con la conseguenza che non riuscirà ad assorbire le proprietà curative dei vari ingredienti del bagno di crusca.

Un bagno alla crusca di grano per nutrire la pelle

La crusca di grano prodotta dalla macinazione di questo cereale contiene vitamine B complesse, che deterge delicatamente la pelle ed è particolarmente indicata per i tipi particolarmente sensibili o affetti da eczema o psoriasi.

DETERGENTE PER LA CASA 

Le famiglie più consapevoli della necessità di tenere pulita la nostra bella TERRA, che tanto stiamo oltraggiando con il nostro sfacciato consumismo produttore di rifiuti invece che di materie prime da reinvestire nella produzione di altri prodotti utili, stanno già attuando la raccolta differenziata dell’olio alimentare usato (fritto).

Bene, c’è un’altra azione meritevole che vi suggerisco.

Dopo aver raccolto in bottiglia l’olio alimentare esausto, vi trovate il tegame “bello unto” da lavare. Prima di lavarlo provate a cospargerlo di crusca e dopo averla ben passata su tutta la superficie del tegame riponetela nel contenitore del composto o, se avete le galline (come ho io in fattoria), unitela agli scarti delle verdure e/o frutti della giornata e date il tutto ai polli da mangiare…. Vi saranno riconoscenti dell’integratore che gli fornite…!

Torniamo al nostro tegame: dopo averlo passato con la crusca non resta più olio e si lava molto meglio ma, soprattutto, non fate andare in circolo acqua unta che crea danni alla fauna ittica di fiumi laghi mari creando una pellicolina sulla superficie dell’acqua che non lascia passare l’ossigeno di cui hanno bisogno anche loro. Inoltre la vostra fossa ascetica si intasa meno facilmente e meno frequentemente, perciò triplo vantaggio. La crusca è un buon agente assorbente e può essere usata anche per assorbire liquidi che ci cadono sui pavimenti….

Dulcis in fundus…. VI PASSO UNA RICETTINA PER  BISCOTTI PROPRIO GUSTOSI….!

17.-dieta-crusca

BISCOTTI di CRUSCA vegani

INGREDIENTI (10-15 biscotti crusca e yogurt dipende dalla grandezza )

125 gr di yogurt bianco di soia

60 gr di fecola di patate

65 gr di crusca di grano

20 gr cocco grattugiato o cioccolato fondente in scaglie o altra frutta secca tritata

30 gr di zucchero

1 cucchiaino di lievito     1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO

mescolare fecola, crusca e lo zucchero aggiungere il lievito e lo yogurt e impastare con le mani,aggiungere il pizzico di sale, il cocco o cosa avete scelto per i vostri biscotti e mescolare di nuovo,stendere il composto (se si sbriciola aggiungete una punta di latte di soia) con le mani e ricavate le forme desiderate con degli stampini, rimpastate i ritagli e ricavate altri biscotti,adagiateli delicatamente su una teglia ricoperta di carta forno e infornate in forno pre-riscaldato a 180°c per 15 minuti.

biscotti crusca

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s